Giovanni Redi per un giorno da fighter a professore.

«Il futuro siamo noi giovani».

Giovanni Redi smette per un giorno i panni del fighter per indossare quelli da professore. Davanti a decine di studenti del corso di scienze motorie dell’Università di Pisa, il campione pisano di Thai Boxe ha tenuto ieri (lunedì 14 marzo) una lezione al Polo Porta Nuova ospite della professoressa Maria Antonella Nifosi, docente di teoria, tecnica e didattica dell’attività motoria preventiva, compensativa e adattata e finalizzata al fitness.

Al centro della giornata, la vita sportiva ed imprenditoriale di Redi, che ha messo in luce le sue esperienze con l’obiettivo di trasmettere ai giovani laureandi il concetto della determinazione e imprimere ai ragazzi una spinta a seguire i propri sogni. «Trasformare una passione sportiva in una professione non è facile – sottolinea il fighter pisano – soprattutto quando devi abbandonare la tua famiglia a 18 anni e volare dall’altra parte del mondo (in Thailandia in questo caso) per praticare uno sport non molto conosciuto e senza alcuna certezza.Questa è stata però la mia forza e il mio obiettivo, che ho perseguito con tenacia fino a diventare campione del mondo».

La stessa forza che Redi ha impresso nella sua vita da imprenditore con l’ideazione del marchio #READY e l’apertura di tre centri fitness a Pisa, Livorno e Montecatini.

Tante le domande e le curiosità degli studenti sulle sue attività e sulle modalità di allenamento. Dai successi alle nuove sfide. Redi ha infine puntato l’attenzione sul match che terrà il prossimo giugno a Pisa per la difesa del titolo mondiale, altra tappa della sua vita che affronterà con determinazione e la volontà di confermarsi al vertice della classifica mondiale.